Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Ulteriori Informazioni".
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.
Accetta

CSEN Cinofilia

Lo sport per te e il tuo cane

Accordo CSEN - AIA

Testo integrale dell'accordo CSEN - AIA
  • Admin
  • Pagina
 
Accordo Di Collaborazione – Convenzione tra
 
Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN)
ENTE di PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTO dal C.O.N.I. (Art. 31 D.P.R. 2-8-1974 n. 530); ENTE NAZIONALE CON FINALITA’ ASSISTENZIALI RICONOSCIUTO dal MINISTERO DELL’INTERNO (D.M. 559/C 3206.12000.A (101) DEL 29 febbraio 92); ASSOCIAZIONE di PROMOZIONE SOCIALE – iscr. N. 77 Reg. Naz. Ministero del Lavoro e Politiche Sociali (Legge 7-12-2000) con Sede a Roma Via L. Bodio 57 – 00191 Roma. Di seguito denominato CSEN.
e
ASSOCIAZIONE ITALIANA AGILITY (A.I.A.)
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTESCA DI LIVELLO NAZIONALE di seguito denominata A.I.A. con sede in Gallarate, via R.Sanzio 20 C.F. 96048830069. E’ autorizzato alla firma del presente accordo, in virtù dei poteri conferiti al Presidente Vicario Nazionale, Giulio Zanella.
 
PREMESSO CHE
 
 
1)     che Il CSEN.;
a)     è riconosciuta, ai fini sportivi, dal Consiglio Nazionale del CONI con deliberazione n. 27 del 24 giugno 1976;
b)     è riconosciuta altresì dal Ministero degli Interni, è iscritta al Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale;
 
2)     Il CSEN., in accordo alla “Nuova disciplina dei rapporti tra il CONI e gli Enti di promozione Sportiva”, approvata del Consiglio Nazionale del CONI con deliberazione n. 1252 del 21 ottobre 2003, promuove ed organizza attività sportive multidisciplinari con finalità formative e ricreative, ancorché con modalità competitive, curando anche il reclutamento, la formazione e l’aggiornamento degli operatori preposti alle proprie discipline;
 
3)     Il CSEN e l’A.I.A. (di seguito: le parti) condividono:
 
a)     il principio che lo sport riveste carattere formativo culturale, di grande rilevanza sociale e che, per le insite implicazioni di carattere educativo, tecnico, sociale e ricreativo, deve essere considerato un vero e proprio valore fondamentale per l’individuo e la collettività con riferimento, in particolare, all’art. 2 della Costituzione;
b)     la finalità della formazione, della ricerca, della documentazione ed in genere la promozione e la diffusione di tutti i valori morali, culturali e sociali riconducibili alla pratica delle attività motorie e sportive.
 
4)     Il CSEN e l’A.I.A. nel rispetto delle finalità ed attività statutarie delle parti interessate, nonché delle autonomie gestionali, nella prospettiva di rafforzare i legami di cooperazione, per favorire la diffusione del settore cinofilia, su tutto il territorio nazionale, per unità di intenti e di programmazione, si impegnano a siglare una partnership e a collaborare nell’ambito della disciplina Agility Dog e a porre in essere azioni comuni, per qualificare e fare promozione sportiva culturale di tale movimento e delle discipline sportive collegate.
 
5)     Il CSEN e l’A.I.A. si impegnano a porre in essere azioni comuni  e a collaborare nell’ambito della disciplina Agility Dog, per qualificare e fare promozione sportiva culturale di tale movimento e delle discipline sportive collegate, nonché ad attivare eventualmente per il futuro, altri servizi nell’ambito dei settori di interesse comune.
 
 
Nel rispetto delle finalità ed attività statutarie delle parti interessate, nonché delle autonomie gestionali, nella prospettiva di rafforzare i legami di cooperazione, per favorire la diffusione del settore cinofilia, su tutto il territorio nazionale, per unità di intenti e di programmazione il  CSEN e A.I.A. convengono e stipulano quanto segue:

Punto 1  

CSEN e A.I.A. si impegnano con le proprie strutture a promuovere sul territorio nazionale la disciplina sportiva AgilityDog.

Punto 2  

Per tutta la durata del presente accordo il campionato di riferimento di A.I.A. sarà quello CSEN che rimarrà invariato nel Regolamento e nell’organizzazione.
Le Medaglie e Software saranno messe a disposizione delle società organizzatrici da CSEN.
I Giudici A.I.A. vengono riconosciuti da CSEN ma non abilitati a giudicare fino alla partecipazione ad un apposito Corso di aggiornamento organizzato da CSEN entro Ottobre 2015. Tale Corso ha lo scopo di formare i Giudici A.I.A. adeguandoli al Regolamento e al Disciplinare CSEN.

Punto 3  

A.I.A. si impegna a far si che i propri soci, che vogliano partecipare al campionato unificato, siano anche soci CSEN provvedendo a fornire loro la tessera CSEN base.  

Punto 4  

CSEN si impegna a promuovere l’opportunità dell’iscrizione ad A.I.A. presso i propri soci che praticano Agility Dog. Resta inteso che tale tesseramento sarà OBBLIGATORIO per la partecipazione a gare e/o eventi, iniziative organizzati solo da A.I.A. al di fuori del campionato unificato, sotto l’egida di CSEN.

Punto 5  

A.I.A. si impegna inoltre a far rispettare ai soci CSEN - A.I.A. il Codice Deontologico CSEN, parte integrante del presente accordo.

Punto 6  

Le parti si impegnano, anche attraverso le rispettive strutture territoriali, e svolgere tutte le iniziative necessarie:
 
a)     per sviluppare le Istituzioni, gli Enti Locali, le Scuole, etc., una comune azione per una più razionale utilizzazione degli impianti sportivi pubblici;
b)     per favorire la promozione dell’attività sportiva nella Scuola e la piena utilizzazione degli impianti sportivi scolastici;
c)     per promuovere lo studio, la conoscenza, la divulgazione, la pratica dell’attività sportiva e degli aspetti culturali della disciplina sportiva dell’ AgilityDog attraverso dibattiti, seminari, corsi e manifestazioni.

Punto 7  

Le parti si impegnano, altresì, a darsi reciproca informazione ed a concordare per quanto possibile le linee comuni nei confronti di organizzazioni terze che operano nell’ambito della stessa disciplina, nell’ottica di una proficua collaborazione con tutti, fatte salve le disposizioni e i regolamenti di ciascun ente. Resta inteso che A.I.A. si impegna a non sottoscrivere accordi o collaborazioni con altri Enti di Promozione Sportiva per tutta la durata del presente accordo.

Punto 8  

A.I.A. rimane libera nella gestione della formazione dei propri Tecnici.
A.I.A. può chiedere il riconoscimento dei propri Corsi di Formazione di Tecnici di Agility a CSEN, che una volta verificata l’uniformità rispetto alle proprie linee guida, rilascerà il nullaosta e riconoscerà i titoli rilasciati a fine corso iscrivendoli al proprio Albo Nazionale.
 
A.I.A. inoltre può chiedere l’iscrizione dei proprio Formatori al RNF CSEN (Registro Nazionale Formatori) inviando a CSEN i curricula degli interessati entro 15gg dalla firma del presente accordo.
Il Referente Nazionale Formazione e Il Responsabile Nazionale, dopo la valutazione dei curricula, iscriverà al RNF le persone che rispondono ai requisiti richiesti.
 
CSEN rimane aperto a suggerimenti e indicazioni da parte di A.I.A. atte a migliorare la propria formazione in merito all’Agility e si rende disponibile nei confronti di A.I.A. per diffondere e promuovere il Campionato del Mondo WAO e il suo regolamento.
 

Punto 9  

Uno degli scopi principali di questa collaborazione è quella di non disperdere i sacrifici e l’impegno che gli atleti A.I.A. hanno speso in questi anni partecipando alle gare A.I.A.
 
Con questa finalità CSEN riconosce i titoli A.I.A. conseguiti fino alla pubblicazione del presente accordo parificando i titoli A.I.A. con quelli CSEN già per il campionato in corso secondo la seguente tabella.  
 
A.I.A.   CSEN
Easy = Debuttanti
Open = Junior
Elite - Champion = Senior
     
 
 
 
 
 
 
A.I.A. dovrà aiutare CSEN a gestire questa parificazione fornendo l’elenco dei binomi che fanno richiesta di parificazione del grado.
Le procedure per gestire al meglio questa parificazione saranno concordate fra le due parti.
 
Dal momento che questo accordo arriva a campionato in corso e molti atleti hanno partecipato al Campionato AIA senza poter immaginare che questo accordo sarebbe stato sottoscritto, CSEN riconoscerà a fine campionato a ciascun atleta AIA che parteciperà al Campionato CSEN 2015, mezzo punto CSEN per ogni gara AIA disputata nel 2015.
 
Gli atleti AIA interessati a questo riconoscimento potranno contattare la segreteria AIA per qualsiasi informazione.
 
 

Punto 10  

CSEN provvederà a nominare un proprio referente nazionale dell’Agility, che sarà l’unica persona preposta a mantenere i contatti per conto di CSEN con A.I.A., oltre al Responsabile nazionale del settore cinofilia, qualora se ne ravvedesse la necessità. A.I.A. provvederà a nominare un proprio referente nazionale, che sarà l’unica persona preposta a mantenere i contatti per conto di A.I.A. con CSEN.
Questo per evitare interferenze multiple e non costruttive per la promozione sportiva delle discipline di cui al punto 1.
I Referenti avranno anche la funzione da garante nell’ambito degli accordi tra le parti, nei rapporti con il Presidente A.I.A., il Presidente CSEN e il responsabile nazionale del Settore Cinofilia, e gli associati stessi, in modo da garantire la lealtà e la correttezza delle procedure.
La parola ultima in caso di divergenze rimane in capo al Responsabile Nazionale CSEN Settore Cinofilia e il Presidente di A.I.A.

Punto 11  

L'A.I.A. potrà poi liberamente organizzare eventi e manifestazioni i cui diritti saranno di proprio esclusivo appannaggio al di fuori del Campionato a patto che non ostacolino il campionato stesso e non vedano coinvolti altri Enti di Promozione Sportiva come definito al Punto 7.
 
A.I.A. si impegna ad utilizzare il Regolamento del Campionato CSEN come base per gli eventi e le manifestazioni extra-Campionato. Questo principio allo scopo di facilitare il più possibile l’accesso a questi eventi da parte dei concorrenti che già partecipano al Campionato CSEN.
 
Non si esclude una collaborazione con Csen per quanto sopra di appannaggio di A.I.A. che però dovrà essere concordata caso per caso.
 
A tali eventi potranno partecipare esclusivamente se Tesserati A.I.A. Sarà necessaria anche la tessera CSEN qualora l’evento sia organizzato in collaborazione con CSEN.
 

Punto 12  

Oltre alla Finale Nazionale ci potranno essere delle Gare di selezione per la formazione di una rappresentativa ITALIANA di A.I.A. ad Eventi Internazionali. Per l’organizzazione di dette iniziative verrà costituita una Commissione Nazionale composta da due persone A.I.A. e un delegato CSEN.
 
Per quanto riguarda dette selezioni i proventi delle eventuali gare andranno ad A.I.A..
 

Punto 13  

In caso di organizzazione congiunta di iniziative culturali, anche presso le rispettive strutture territoriali, le spese verranno ripartite in base agli accordi tra le Parti ed in riferimento ad ogni singola iniziativa.

Punto 14  

Per l’organizzazione di dette iniziative culturali verrà costituito, di comune accordo, un Comitato che, in tempo utile, dovrà sottoporre all’approvazione degli organi deliberanti delle Parti interessate i relativi bilanci di previsione e consultivi delle entrate e delle spese.

Punto 15  

CSEN e Csen Cinofilia si impegna a costituire, nel proprio sito internet (www.csen-cinofilia.it) una sezione  dedicata inserendo il logo A.I.A. con il collegamento al sito A.I.A. (www.assagility.com) e mettendo in evidenza la partnership, ad inserire calendari gare particolari e classifiche.
A.I.A. si impegna a inserire nel proprio sito internet (www.assagility.com) una sezione dedicata inserendo il logo del CSEN con il collegamento al sito del CSEN settore Cinofilia (www.csen-cinofilia.it) e Csen Nazionale (www.csen.it).

Punto 16  

Eventuali irregolarità nella promozione dell’attività alla quale è preposta l’organizzazione dà diritto alle rispettive Presidenze Nazionali di richiedere adeguate verifiche, non escludendosi la sospensione della validità del protocollo d’intesa; il protocollo si riterrà decaduto qualora da parte dell’organizzazione non ci sarà adeguata dimostrazione di reale attività su tutto il territorio nazionale, o che vengano messe in atto iniziative non in linea con il dettato istitutivo del CSEN.
Le controversie tra le Parti che traggano origine dalla presente Convenzione sono rimesse alla Giunta nazionale del CONI.

Punto 17  

Il presente protocollo di intesa è valido per 3 (tre) anni, con decorrenza dal 01/09/2015 e si terrà tacitamente rinnovato qualora non venga disdetto da una delle parti almeno 6 (sei) mesi prima della scadenza.

Punto 18  

Nel caso di risoluzione simultanea e consensuale delle Parti, la Convenzione viene annullata immediatamente.
 

© 2017 CSEN Cinofilia - Tutti i diritti riservati