Regolamento Campionato CSEN

Regolamento del CAMPIONATO CSEN.
Aggiornato al 02 gennaio 2019

 
Regolamento del CAMPIONATO CSEN.
 
CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE

Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal C.O.N.I. (art.31 d.p.r. 2-8-1974 n.530)
Ente Nazionale con Finalità Assistenziali riconosciuto dal Ministero dell’interno (d.m.559/c 3206.12000.a(101) del 29 febbraio 92)
Associazione di Promozione Sociale Iscrizione n.77 reg. naz. ministero del lavoro e politiche sociali (legge 7-12-2000)

 REGOLE E LINEE GUIDA AGILITY-DOG
 

Cap.1 - Disposizioni generali


1.Il Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN) organizza e promuove, attraverso l’attività sportiva intesa come volano di promozione sociale per l’inserimento responsabile del binomio nella società civile, la disciplina sportiva dell’Agility.
 
2. L’organizzazione delle prove è affidata alle associazioni affiliate allo CSEN.

3. Le prove di Agility sono svolte sulla base del presente regolamento.
 
Cap.2 – Scopi
 
1. L’Agility, disciplina aperta a tutti i cani, consiste nell’affrontare diversi ostacoli con lo scopo di evidenziare il piacere e l’agilità del cane nel collaborare con il conduttore. Si tratta di una disciplina sportiva che favorisce un’ottima integrazione del cane nella società.

2. Questa disciplina implica un’ottima armonia tra il cane e il suo conduttore che porta ad una intesa perfetta tra i due.

Cap.3 - Tipi di prove, gradi e classi d’altezza
 
1. Le prove ufficiali riconosciute dallo CSEN sono aperte a tutti i cani meticci e non, di età superiore ai 18 mesi.
 
2. Tutti i binomi che partecipano a qualsiasi prova riconosciuta dallo CSEN dovranno essere in possesso del codice binomio.
 
3. Sono previste due tipologie di prove ufficiali in ciascuna gara:
a) Agility: comprendente gli ostacoli con zone di contatto.
b) Jumping: senza ostacoli con zone di contatto.
 
4. Le gare nazionali sono divise in due gradi ed entrambe sono svolte secondo il regolamento WAO relativo al Biathlon:
a) Agility/Jumping Junior: è il grado di partenza aperta ai cani che non hanno ancora ottenuto le qualifiche necessarie per il passaggio in Agility/Jumping Senior.
b) Agility/Jumping Senior: aperta ai cani che nel grado Junior hanno ottenuto o 3 Podi con qualifica “Eccellente Netto” nelle prove di Agility o 5 qualifiche “Eccellente Netto” senza podi sempre nelle prove di Agility;

5. Per la prima iscrizione ad una gara CSEN ogni binomio dovrà iscriversi al grado JUNIOR. Potrà passare al grado SENIOR solo ottenendo i requisiti previsti da questo regolamento.

6. Il grado è legato al binomio; non al conduttore e non al cane. Questo vuol dire che un cane può gareggiare in un grado con un conduttore e in un altro grado con un altro conduttore. E viceversa. Per esempio, un cane che normalmente gareggia in Senior con un conduttore, se portato da un altro conduttore dovrà partire la propria carriera da Junior. Allo stesso modo un conduttore che normalmente con un cane gareggia in grado Senior, con un cane diverso dovrà partire dal grado Junior. In ogni caso ciascun cane, per ogni gara, può gareggiare al massimo con due binomi diversi purché siano in categorie diverse.

7. L’organizzazione può prevedere, se non interferisce con il corretto svolgimento della prova, una prova di Avviamento all’Agility consistente in un giro di Jumping più palizzata (di seguito definita come Speedstakes) e una prova di Jumping, in queste prove sono previsti minimo 12 ostacoli e massimo 15 ostacoli ciascuna.

a) In questa prova il tracciato disegnato dal Giudice dovrà essere semplice e fluido.
b) Lo slalom, la gomma, il salto in lungo e il largo non potranno essere usate in questo tracciato.
c) Questa prova non fornisce punti validi per nessun campionato e non ha carattere agonistico.
d) A questa prova possono iscriversi tutti i cani con età superiore a 15 mesi.
e) La palizzata dovrà avere un’altezza massima di 1,5 metri.
f) La categoria avviamento avrà due categorie di ALTEZZA:
I) 200: in cui gareggiano i cani appartenenti alle classi 300 e 400
II) 300: in cui gareggiano i cani appartenenti alle classi 500 e 600.
g) Le altezze dei salti di questa categoria dovranno essere:
1) 200: 20 cm
2) 300: 40 cm
h) A discrezione del giudice, potrà essere concesso l'utilizzo di premi durante il percorso.
Il cane potrà essere premiato solo al termine del percorso. Nel caso venga utilizzato il cibo come rinforzo, questo dovrà essere tenuto in mano in un pezzo unico (es. barretta, wurstel ecc.)
i) In questa categoria non sono ammessi i "cani bianchi".



8. Per accedere alla finale del Campionato Italiano Assoluto Agility CSEN è necessario accumulare nell’anno almeno 12 punti campionato secondo la tabella cap. 10.4
Da quest'anno però i punti per accedere alla Finale Nazionale possono essere conquistati in qualsiasi regione e a questo scopo, oltre alle classifiche regionali (che continuano a conferire il titolo di Campione Regionale), è stata creata una pagina con la somma di tutti i punti ottenuti da ciascun binomio nelle varie regioni. I binomi che in questa classifica avranno 12 o più punti avranno accesso alla Finale. La pagina è disponibile a questo indirizzo: http://www.csencinofilia.it/…/classifica-nazio…/agility_dog/
 
9. Sono previste quattro categorie d’altezza come previsto nel regolamento WAO:
 
300 (Trecento): per cani con altezza al garrese fino a 320 mm;
400 (Quattrocento): per cani con altezza al garrese fino a 410 mm;
500 (Cinquecento): per cani con altezza al garrese fino a 500 mm;
600 (Seicento): per cani con altezza al garrese oltre i 500 mm.

 10. I cani con peso superiore ai 30 kg possono iscriversi nella classe 500 a prescindere dall’altezza al garrese concorrendo per tutti i titoli nazionali e regionali sia in grado SENIOR che JUNIOR, ma rinunciando alla possibilità di qualificarsi nella nazionale WAO.
 
11. L'altezza dei salti sono le seguenti per entrambe le categorie:
300 salti a 30 cm;
400 salti a 40 cm:
500 salti a 50 cm;
600 salti a 60 cm.

12. Dal Campionato 2019 è introdotto le misurazione ufficiale CSEN ed entro la fine del Campionato tutti i cani appartenenti alle categorie 300, 400 e 500 dovranno essere misurati. La misurazione definitiva si ottiene dopo che il cane è misurato tre volte da tre giudici diversi, sono ammesse massimo 2 misurazioni nella stessa giornata, e solo dal giudice che sta giudicando la competizione della giornata, non sono ammesse misurazioni da parte di giudice che non giudicano nella giornata, non saranno misurati cani appartenenti alla categoria avviamento, i cani possono essere misurati solo dopo il compimento del diciottesimo mese di età.

Ogni misurazione effettuata dal giudice sarà registrata sul profilo del binomio e in automatico, al termine delle tre misurazioni il sistema registrerà la categoria definitiva a cui quel binomio dovrà gareggiare.
Se un cane gareggia o in 300-400-500 ma dopo la misurazione ufficiale rientra nella categoria superiore, questo perderà i punti guadagnati e se gareggia nei senior dovrà ricominciare come junior. Viceversa, se è misurato e rientra in una categoria inferiore a quella, dove attualmente gareggia, non perderà né punti accumulati né la categoria di appartenenza.
Qualora un binomio scelga di gareggiare nella categoria superiore, rispetto a quella assegnata dopo le tre misurazioni ufficiali, può farlo ma deve terminare il campionato nella categoria scelta, non può durante il campionato scendere di categoria. In caso di cambio di categoria i punti accumulati saranno persi.

Cap.4 - Prove riconosciute dallo CSEN Settore Cinofilia
 
1. Lo CSEN Settore Cinofilia riconosce le seguenti Gare:
a) Gare Regionali;
b) Gare Regionali di Agility Games
c) Finali di Campionato;
d) Prove Speciali;
 
2. Gare Regionali: in questa prova saranno rilasciate qualifiche e punti campionato validi per il campionato italiano in ognuna delle classi d’altezza (300, 400, 500 e 600). In queste manifestazioni devono essere previsti, i seguenti gradi:
a) Agility/Jumping Grado Junior;
b) Agility/Jumping Grado Senior;
Possono essere ammessi a queste categorie cani bianchi cosi disciplinati:

  1. non più di un binomio per ogni categoria;

  2.  il binomio deve essere regolarmente iscritto al portale CSEN ed essere in possesso del codice;

  3. Il cane può gareggiare nella categoria di appartenenza;

  4. Per la categoria Junior qualora un cane non abbia mai gareggiato il conduttore deve portare al seguito l’iscrizione all’anagrafe canina cosi che il comitato organizzatore, qualora lo richieda, potrà controllare la data di nascita.

  5. Il giudice giudicherà i binomi applicando il regolamento.

 


3. Gare Regionali di Agility Games: in queste prove sono organizzate le prove di Gambler e Snooker come previsto dal regolamento WAO. Queste gare possono essere svolte in concomitanza di una normale gara regionale, o dividendo le due prove in un weekend di gara a discrezione della Società organizzatrice.
 
4. Finali del Campionato: questa gara si disputano sul regolamento del Pentathlon più Agility Games come previsto dal regolamento WAO. Il regolamento dettagliato viene pubblicato volta per volta così come le date. Da questa gara viene eletto i Campioni Nazionali e le Promesse Regionali.

5. Prove Speciali: sono specifici eventi che hanno come obiettivo l’incentivazione della disciplina. Tali prove possono essere organizzate da singole o gruppi di associazioni affiliate allo CSEN oppure inserite in prove Internazionali, Nazionali, Regionali, etc. previo riconoscimento e approvazione da parte del Referente Nazionale CSEN Settore Cinofilia.
 
6. Per il giudizio di tutte le prove riconosciute dal settore cinofilia si fa riferimento in tutto e per tutto al vigente regolamento WAO link le maggiori modifiche link.
 

Cap.5 - Condizioni generali di ammissione alle gare
 
1. Potranno partecipare alle gare di Agility CSEN i cani di tutte le razze compresi i meticci, di età superiore ai 18 mesi, iscritti al registro binomi CSEN Cinofilia mediante il sito csencinofilia.it.

2. I cani devono obbligatoriamente essere identificati (microchip o tatuaggio) ed essere iscritti all’anagrafe canina nazionale.

3. I conduttori devono essere associati allo CSEN tramite un’associazione affiliata e aver caricato nel proprio profilo un Certificato Medico valido e una Tessera Associativa valida.

4. I partecipanti italiani o esteri dovranno essere iscritti alla banca dati nazionale CSEN Cinofilia e possedere il Codice Binomio CSEN.

5. Le femmine in estro gareggeranno nell'ordine di partenza previsto.
 
6. I conduttori che si iscriveranno alle prove CSEN autorizzano CSEN alla pubblicazione delle classifiche sul sito www.csencinofilia.it.

7. Non potranno prendere parte alle gare:
a) Le femmine in periodo di gravidanza o allattamento;
b) I cani malati, feriti, con zoppie o con particolari problemi comportamentali;
 
8. È richiesto da parte dei concorrenti un comportamento corretto. Qualsiasi atto di brutalità contro il proprio cane, o cane altrui da parte di un conduttore sarà severamente punito con squalifica immediata. Altri procedimenti potranno essere comunque presi a carico dell’interessato.


Cap.6 - Organizzazione di una prova nazionale
 
Le associazioni organizzatrici che intendono organizzare una prova di Agility devono:
Rispondere ai requisiti dal presente regolamento e dallo CSEN;
a) Procurarsi un terreno di almeno 800 m2 con il lato più corto min di 20 m; La metratura e il fondo del terreno dovrà essere tale da non presentare alcun pericolo per il cane e/o per il conduttore. Nei periodi invernali o per deroga del Responsabile Giudici è possibile utilizzare terreni con fondo in sintetico o terra battuta anche di dimensioni inferiori ma non meno di 630 m2.
b)    Essere registrate al portale csencinofilia.it
c)    Richiedere autorizzazione allo svolgimento della prova al responsabile di Macro-Area CSEN di riferimento o responsabile per la propria regione e successiva pubblicazione della prova almeno 20 giorni prima sul portale csencinofilia.it.
D) essere in possesso di tutti gli ostacoli, che devono corrispondere agli standard e alle specifiche del WAO come descritte nel capitolo 8 del regolamento (la gomma può essere sia collassabile che fissa) per i tubi rigidi avere minimo 4 sacche di fissaggio per tubo, qualora un ostacolo risultasse non idoneo prima dell'inizio delle prove e non è un ostacolo sostituibile (es, slaloom...) la gara verrà annullata, in questo caso al giudice verrà corrisposto solo il rimborso km. 
 

Le richieste devono essere inoltrate ai seguenti Responsabili, utilizzando l’apposito modulo scaricabile cliccando sul seguente link:


·        Per il Piemonte e Valle d’Aosta a Giovanni Mascena;
·        Per la Lombardia a Giuseppe Culora;
.        Per la Liguria Vincenzo Eremita;

·        Per Il Veneto a Diego Marani;
·        Per il Trentino-Alto Adige a Paolo Ciaghi;
·        Per il Friuli Venezia Giulia a Emanuela Visentini ;
·        Per la l’Emilia Romagna a Cesare Paparo;
·        Per la Toscana a Manuela Pannulo;
·        Per il Lazio a Massimo Perla;
·        Per l'Umbria a Gianfranco Ricci;
·        Per le Marche a Stefania Feliciani;
·        Per la Puglia a Pasquale Caramia;
·        Per il Sud a Claudia Boschetti;
·        Per la Sardegna a Cristiana Alisonno.
·        Per la Sicilia a Rosa Cotugno.
 
d)    Designare un esperto giudice, appartenete all’Albo ufficiale dello CSEN, a tal proposito le associazioni, possono scegliere e contattare il giudice, consultando sul sito  (http://www.csencinofilia.it/pagine/145-Elenco-giudici ) la pagina con l’elenco aggiornato dei giudici ufficiali suddivisi per regioni, le stesse compileranno il modulo, ( punto C), della richiesta gare al referente regionale e avranno l’obbligo di inviarlo al giudice designato cosi da comunicargli anche le dimensione del campo gara. L’entrata e l’uscita dei campi e l’attrezzatura presente.  
e)    Nominare le persone necessarie al buon svolgimento della prova e precisamente:
·         Un assistente all’esperto giudice che trascriva le penalizzazioni assegnate dall’esperto giudice;
·         Due cronometristi incaricati del cronometraggio del percorso se eseguito manualmente, almeno uno manuale se il cronometraggio è effettuato elettronicamente.
·          Almeno due assistenti di campo che saranno incaricati nel ripristinare gli ostacoli fuori posto ad ogni passaggio;
·         Predisporre una segreteria funzionante per le iscrizioni e stilare le classifiche;
·         Un assistente di ring che deve garantire un corretto ordine d’ingresso dei conduttori in modo da assicurare un regolare afflusso dei conduttori alla prova;
·         Un addetto alla partenza che si posizionerà davanti al salto di partenza;
 ·        Prevedere in partenza un secchio o una scatola per i guinzagli;
·         Prevedere una squadra (almeno 6 persone) per assicurare il montaggio e lo spostamento degli ostacoli seguendo le direttive dell’esperto giudice;
·         Prevedere un punto di ristoro.
·         Prevedere adeguati servizi igienici.

L’associazione organizzatrice dovrà prevedere un numero massimo di 100 binomi iscritti per ogni esperto giudice per ogni giorno di prova e per ogni campo di gara.

Per ogni 100 (con una tolleranza del 20%) binomi iscritti bisognerà prevedere un campo di gara e un esperto giudice e tutti gli assistenti necessari come descritto precedentemente.

La chiusura delle iscrizioni deve essere definita almeno 48 ore prima dell'inizio della prova, qualora un binomio chiede di effettuare l’iscrizione dopo tale termine verrà richiesto un supplemento organizzativo di € 5,00

Il contributo organizzativo da versare il giorno della gara è cosi disciplinato:

  • Categoria Avviamento, Binomi Juniores e cani bianchi € 10.00 a binomio;

  • Categoria Junior e Senior € 15,00 il primo cane € 10,00 i cani successivi.

 
E’ opportuno redigere un catalogo dei soggetti iscritti alla prova, nel quale sarò indicato il Codice Binomio CSEN, il Nome del Cane, il Nome del Conduttore. L’associazione organizzatrice dovrà essere provvista di lettore universale di microchip e di cinometro.

Il conduttore non potrà essere diverso da quello indicato nella scheda d’iscrizione identificato univocamente dal Codice Binomio CSEN Cinofilia.

Tutti i club o associazioni organizzatrici sono tenuti a rispettare le suddette disposizioni. Se queste dovessero venire a mancare, il giudice sarà tenuto a segnalarle, con report scritto, al responsabile di area. Sarà compito del responsabile di area, informare il club delle anomalie segnalate. Se alla gara successiva si ripresenteranno le stesse o nuove problematiche, non saranno più assegnati eventi a quel club per un periodo variabile che sarà stabilito dal CTN
 
 

Cap.7 – Giudizi
 
1.   Tutte le prove riconosciute da CSEN devono essere giudicate secondo quanto indicato dal nuovo regolamento WAO in vigore dal 1 gennaio 2019, consultabile link.  queste le sostanziali modifiche link. tutti i giudizi sono inappellabili.
2.   I binomi saranno valutati dal momento del loro ingresso sul terreno di prova al momento in cui lo lasceranno.
3.   In caso di contestazioni da parte dei concorrenti, possono essere avanzate, dal concorrente o dal capo club, al Responsabile del Campo e non direttamente al Giudice, entro i cinque cani. Gli aiutanti controlleranno il punteggio e correggeranno gli errori d’ufficio. Se il problema con il punteggio riguarda una applicazione non corretta delle regole del WAO, allora l’aiutante comunicherà al responsabile del campo di fermare il campo il più presto possibile in modo da discutere il problema col Giudice. Al binomio interessato al reclamo, qualora viene fatta ripetere la prova, verranno tenendo valide le penalità assegnate fino al punto contestato,
4.   I risultati ottenuti nelle prove riconosciute saranno registrati sulla banca dati nazionale CSEN Cinofilia.
5.   Valutazioni e giudizi sono riportati nel capitolo 10.

 
Cap.8 – Titoli
 
1. Campione Nazionale di Agility CSEN
Il titolo di Campione Nazionale di agility CSEN è assegnato dallo CSEN, nel giorno della finale nazionale, al binomio primo nella classifica Pentathlon Senior.

2. Promessa Nazionale di Agility CSEN
Il titolo di Promessa Nazionale di agility CSEN è assegnato dallo CSEN, nel giorno della finale nazionale, al binomio primo nella classifica Pentathlon Junior.
 
3. Campione Regionale di Agility CSEN
ll titolo di Campione Regionale di agility CSEN è assegnato dallo CSEN, nel giorno della finale nazionale, ai binomi primi nella classifica Senior di Campionato Regionale per ciascuna Regione.
 
4. Promessa Regionale di Agility CSEN
ll titolo di Promessa Regionale di agility CSEN è assegnato dallo CSEN, nel giorno della finale nazionale, ai binomi primi nella classifica Junior di Campionato Regionale per ciascuna Regione.
 
Cap.9 - Percorso e Svolgimento delle Prove
 
1. Tracciato del percorso dei gradi Junior, Senior
a) Il tracciato del percorso è lasciato completamente all'immaginazione dell'esperto giudice, deve obbligatoriamente comprendere almeno due cambi di direzione.
b) L'esperto giudice, prima dell'inizio delle prove prenderà conoscenza degli ostacoli messi a sua disposizione e dopo averne verificata la conformità, posizionerà il percorso, assistito dallo staff del comitato organizzatore. Una volta terminato il posizionamento degli ostacoli misurerà la lunghezza del percorso  per fornire i dati alla segreteria.
c) Un tracciato ben concepito deve permettere al cane di muoversi con facilità e senza intoppi.
 d) Occorre trovare il giusto equilibrio nel controllo del cane, per evitare errori agli ostacoli, e la sua rapidità di esecuzione. Come regola è consigliabile modificare il tracciato e la posizione degli ostacoli di frequente in modo da evitare che insorgano automatismi da parte del cane.
 
2. La differenza tra Agility/Jumping Junior e Senior è data da:
a) Difficoltà del percorso e la sua lunghezza
b) Determinazione del TPS
c) Le regole sopra esposte valgono per tutte e quattro le categorie di altezza ma gli ostacoli dovranno essere conformi alle norme per ogni categoria d’altezza. Per le misure dell’attrezzatura si rimanda al regolamento WAO.
  
3. Svolgimento della gara:
a)    Non si autorizza alcun allenamento sul percorso della prova, ma solo la sua ricognizione da parte del conduttore senza il cane, che soltanto nel grado Junior potrà essere accompagnato dall'allenatore
b)    Prima dell'inizio di ogni prova l'esperto giudice potrà riunire i partecipanti per comunicare la tipologia della prova e il Tempo per il Percorso Standard (TPS) che avrà ritenuto di stabilire, ricondanno loro le norme generali della prova e i criteri di valutazione.
c)    L’ordine di partenza seguirà l’ordine di sorteggio, nella seconda prova potrà essere previsto un ordine inverso di partenza rispetto al risultato della precedente prova.
 

4. Divieto di allenare il cane durante le prove
Come previsto dal regolamento wao non è consentito allenare il cane durante il percorso di gara. Il binomio che è eliminato sia per propria intenzione (es. riposiziona il cane sulla zona dopo che il cane ha abbandonato l'attrezzo) che per errato percorso o altra motivazione, potrà terminare il percorso, ma dal momento dell'eliminazione in poi non potrà allenare per nessun motivo il cane, sia in categoria Junior che in categoria Senior, pena l'abbandono immediato dal terreno di gara,

5. Regole Generali
- E' vietato indossare marsupi, guanti, gonnellini e/o gilet (indumenti da allenamento con tasche davanti e dietro) pena l'eliminazione;
- in partenza un addetto al percorso si posizionerà di fronte al primo salto e lascerà libera la partenza del concorrente quando il giudice è pronto e dara il segnale che la prova può iniziare, nella sola categoria Senior dopo che il segnale di partenza è stato dato il conduttore ha 30 secondi di tempo per iniziare la prove, se viene superato il limite di tempo si incorre nell'eliminazione;

- Vista la difficolta nell’interpretazione al punto del regolamento WAO- 6.12.1” l’aver voltato le spalle una volta che sia in avvicinamento. Se uno di questi rifiuti viene chiamato, allora si sarà ritenuto che il cane abbia cominciato e inizia il normale giudizio” e  al punto 7.1.3 “Il conduttore rimette a posto il cane in partenza dopo aver superato il piano del primo ostacolo” per il campionato regionale 2019 la regola non verrà applicata,

- accarezzare il cane durante il percorso é considerato come rinforzo dunque penalizzato con l’eliminazione.
- Il tubo rigido viene considerato completato solo quando il cane è uscito con tutte e 4 le zampe.

 



6. Segnalazioni e/o reclami
-viene istituita la seguente mail  [email protected]  , gestita dal consiglio direttivo nazionale giudici ,per segnalazioni, reclami o fatti gravi accaduti durante le prove.

 
Cap.10 - Punteggi e classifiche per le gare REGIONALI
  
1.  Per le prove, le qualifiche saranno le seguenti:
 

PUNTI DI PENALITA’ TOTALI

QUALIFICA

Nessuna penalità

ECCELLENTE NETTO

da 0,01 a 5,99 punti

ECCELLENTE

da 6,00 a 15,99 punti

MOLTO BUONO

da 16,00 a 25,99 punti

BUONO

da 26,00 punti e oltre

NON CLASSIFICATO

 

 
 
2. Per penalità totali si intende la somma delle penalità di percorso e delle penalità di superamento del TPS.
 
3. Classifica
Saranno stilate le classifiche di tutte le prove di Agility, Jumping e la Classifica Combina per tutti i Gradi e tutte le Altezze. Saranno premiati i primi tre classificati per ogni categoria d’altezza.
 
 4. Per ogni gara regionale a cui ciascun binomio partecipa, accumulerà punti per la Classifica del Campionato Regionale secondo quanto riportato nelle seguenti tabelle:
 

QUALIFICA

AGILITY  
Punti Campionato

JUMPING 
 Punti Campionato

COMBINATA
Punti Campionato

ECCELLENTE NETTO

0,5

0,5

2,5

ECCELLENTE

-

-

2,0

MOLTO BUONO

-

-

1,5

BUONO

-

-

1

NON QUALIFICATO

-

-

0,5

ELIMINATO

-

-

-

 

 
 
 
 

POSIZIONE

AGILITY  
Punti Campionato

JUMPING 
 Punti Campionato

COMBINATA
Punti Campionato

0,5

0,5

1,5

0,5

0,5

1

0,5

0,5

0,5

 

 
 
Punteggi ottenuti secondo la posizione a podio nelle varie classifiche (questi punti vengono realizzati solo se la qualifica ottenuta nelle varie prove è "BUONO" o superiore.

5. La classifica verrà stilata tenendo conto di:
a) Penalità totali (penalità percorso+penalità tempo)
b) In caso di parità del totale delle penalità, si classificherà prima il cane che avrà accumulato meno penalità percorso
c) In caso di nuova parità si terrà conto del miglior tempo realizzato
 
 

Cap.11 - Punteggi e classifiche per le gare REGIONALI DI AGILITY GAMES
 
1.   Per ogni gara regionale di Agility Games, cui ciascun binomio partecipa, accumulerà punti per la Classifica del Campionato Regionale Agility Games secondo quanto riportato nella seguente tabella:
 

POSIZIONE

SNOOKER 
Punti Campionato Games

GAMBLER
 Punti Campionato Games

COMBINATA GAMES
Punti Camp. Games

3

3

6

2

2

4

1

1

2

0,5

0,5

1

0,5

0,5

1

-

-

1

-

-

1

-

-

1

-

-

1

10°

-

-

1

 

 



Cap.12 - Accesso alla Finale del Campionato CSEN e composizione della Nazionale WAO.
 
1. La fase REGIONALE del Campionato di Agility CSEN finisce il 17 Novembre 2019. La finale di Campionato verrà comunicata quanto prima dal comtato organizzatore.
2. Dal Campionato 2019 la finale di Campionato sarà divisa in tre sezioni: 
 
a) Finale di Penathlon: Si sviluppa in 5 manches che costituiscono il Pentathlon come previsto dal Regolamento WAO (Agility1, Jumping1, Agility2, Jumping2 e Speedstakes);
b) Finale di Agility Games: Si sviluppa in due manche di Agility Games come previsto dal Regolamento WAO (Snooker e Gambler).
c) Finale di Biathlon: Si sviluppa in due manche come previsto dal Regolamento WAO un Agility ed un Jumping.



3. A ciascuna delle due sezioni si potranno iscrivere i binomi che nel corso del Campionato hanno ottenuto i seguenti requisiti:

a) Finale di Biathlon/Pentathlon: aperta a tutti i binomi, Junior e Senior, che nel corso del Campionato hanno ottenuto almeno 12 punti in una Classifica Regionale di Agility.

b) Finale di Agility Games: aperta a tutti i binomi, Junior e Senior, che nel corso del Campionato hanno ottenuto almeno 12 punti in una classifica Regionale di Agility Games.

 
4. La Nazionale WAO sarà composta dai vincitori della Classifica Biathlon, Penathlon e Agility Games della categoria Senior più altri binomi a scelta del Selezionatore. Seguiranno nei mesi a venire indicazioni più precise.

 
PER TUTTO CIO’ CHE NON E’ ESPRESSAMENTE DESCRITTO NEL PRESENTE REGOLAMENTO SI RIMANDA AL REGOLAMENTO WAO,  AL CODICE DEONTOLOGICO E DISCIPLINARE CSEN.